venerdì 1 dicembre 2006

Scienza e realtà

La scienza ci dice qualcosa sulla realtà del mondo?
Il problema è complesso, ed uno dei nodi problematici è efficacemente espresso da Einstein in una lettera a Schrödinger del 1935:

la vera difficoltà sta nel fatto che la fisica è un tipo di metafisica; la fisica descrive "la realtà". Ma noi non sappiamo cosa sia "la realtà", se non attraverso la descrizione fisica che ne diamo di essa (1).
(1) Citato in V. Allori, M. Dorato, F. Laudisa e N. Zanghì, La natura delle cose, Carocci 2005, p. 13.

1 commento:

Domenico ha detto...

Bella la citazione ma non tradisce già un'impostazione del problema viziata?
La fisica descrive davvero la realtà?
Forse la fisica non descrive la realtà se non per coloro che credono che la realtà sia qualcosa di fisico. Per costoro Einstein ha ragione: si tratta di una metafisica, di un'ideologia che presuppone appunto, che il reale sia sovrapponibile al fisico.

Per noi che non siamo adepti della meta-fisica, la fisica è una pratica molto efficace che ci rende esperti nel descrivere ciò che consideriamo materia ed energia, lavoro ecc. ma niente di più.
Cosa siano in realtà la materia, l'energia, lo spazio, il tempo e la realtà non può essere detto in termini fisici. La fisica si occupa dei comportamenti, delle caratteristiche di queste entità che nella loro essenza sfuggono al suo potere descrittivo in quanto ne sono il presupposto, il fondamento che non può essere messo in questione senza uscire dal dominio stesso della scienza.
Dire cosa sia lo spazio, il tempo e la fisica stessa è possibile solo nell'ambito di un pensiero che si interroghi sul suo stesso valore, significato e possibilità. Questo pensiero, che di rado si mostra nella mente e nelle parole di un uomo, finora è stato chiamato filosofia.